Garanzia

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Data di emissione garanzia

Materiale

Numero progressivo

Note

 Iscrivimi alla newsletter

VISUALIZZA/SCARICA LA GARANZIA

USO E MANUTENZIONE TOP CUCINA IN AGGLOMERATO DI QUARZO

I top cucina in agglomerato di quarzo generalmente non assorbono, ma consigliamo di rimuovere le macchie entro circa 16 ore dalla loro formazione, e questo vale per qualsiasi tipo di macchia. Dopo l’installazione del top cucina, per la pulizia quotidiana consigliamo l’ulitizzo di un detergente non basico e non aggressivo (vanno benissimo i comuni detergenti per piatti). Se preferite potete utilizzare un normale detergente specifico quale Smac ultrasgrassante al limone, Cif Cucina liquido o crema, o altri similari per composizione che si trovano in normale commercio. Lavare e sciacquare con abbondante acqua e asciugare. Qualora la pulizia ordinaria non fosse stata efficace o in caso di sporco persistente di calcare, vino rosso, spumante, caffè, thè, sangue, olio, sugo, residui di cibo, sostanze zuccherate, untuosità e grasso in genere, schizzi di olio bollente, si consiglia la pulizia con un detergente leggermente acido, anche questo di normale reperibilità, e utilizzarlo puro o diluito secondo le istruzioni del produttore. Strofinare leggermente la superficie con una spugna giallo-verde dalla parte abrasiva sino a completa rimozione dello sporco residuo. Risciacquare accuratamente. Asciugare con panno asciutto. Quanto sopra esposto vale sia per i piani con superficie lucida che per i piani con superficie opaca. I piani con superfice opaca sono, però, trattati con un apposito protettivo ravvivante, diverso dipendentemente dal colore e dal produttore del materiale con cui è realizzato il top cucina. E’ possibile che una pulizia straordinaria come sopra descritto lasci il top cucina leggermente ‘’scolorito’’. Per ripristinare il colore è sufficiente l’applicazione del protettivo ravvivante (tipo P147 di FABER chimica), normalmente reperibile in commercio dai rivenditori di abrasivi per marmo della vostra zona o contattando direttamente Persiceto Marmi in caso di difficoltà nel reperimento. L’applicazione del trattamento protettivo ravvivante, generalmente, non è necessaria più di una volta all’anno. Per una pulizia anticalcare più profonda consigliamo, almeno una volta al mese, di utilizzare un bicchiere riempito con acqua, aceto e un cucchiaio di detersivo per piatti e strofinate il piano, poi risciacquare bene. Una macchia, purtroppo indelebile, è quella causata dagli inchiostri di tipografia, serigrafia o dei pennarelli indelebili: fate particolare attenzione se dovete scrivere appoggiando il foglio direttamente sul top cucina. Attenzione anche a non dimenticare sportine in plastica personalizzate con loghi vari, soprattutto se bagnate: l’inchiostro usato per le stampe potrebbe macchiare il top in modo indelebile. Lo stesso vale per carta da giornali e/o riviste se bagnate per qualsiasi motivo. F.A.Q. Si può tagliare sul piano? Il materiale resiste all’abrasione, ma si consiglia sempre, per il taglio di alimenti, l’impiego di un tagliere. Il piano NON si graffia ma il metallo può lasciare segni. Si può appoggiare la pentola appena tolta dal forno o dai fornelli, direttamente sul piano? Gli agglomerati di quarzo resistono al calore secco sino a 180°, ma le diverse tipologie di pentolame presenti sul mercato a doppio, triplo ed anche quadruplo fondo, per mantenere il calore di normale cottura dei cibi, sviluppano temperature molto più elevate dei 180° e pertanto, si deve sempre appoggiare la pentola calda (caffettiere e pirofile comprese) su di un sottopentola, mai direttamente sul piano: lo schock termico derivante potrebbe formare aloni opachi ineliminabili e/o procurare la rottura del piano stesso. Il piano potrebbe alterarsi nel tempo? No, gli agglomerati di quarzo sono costituiti per rimanere inalterati nel tempo purchè vengano applicate le istruzioni per la sua manutenzione. Cosa devo evitare di impiegare per la manutenzione del piano? Prodotti alcalini e basici: possono causare uno sbiancamento irreversibile delle superfici. Prodotti che tipicamente hanno danneggiato in modo irreversibile il top cucina sono i detersivi liquidi per lavastoviglie, i brillantanti, i prodotti a base di soda caustica per pulire i forni. Deceranti forti, prodotti a forte contenuto di solvente, alcool, acetone, prodotti alcalini, smacchiatori: possono causare uno sbiancamento irreversibile delle superfici opache. Detergenti aventi come principio attivo ipoclorito di sodio es. Amuchina: possono causare uno sbiancamento irreversibile di tutte le superifici. Detergenti contenenti sapone di marsiglia o componenti siliconici (in etichetta composizione indicati come polisilossano): possono formare una patina opaca permeabile allo sporco nelle superfici LUCIDE e causare uno sbiancamento irreversibile delle superfici opache. USO E MANUTENZIONE TOP CUCINA IN PIETRA NATURALE (MARMO, GRANITO, QUARZITI, ARENARIE, ECC.) Tutti i top cucina in pietra naturale da noi prodotti sono trattati con un prodotto impregnante antimacchia al momento della loro produzione. Il vostro top cucina è stato trattato con impregnante prodotto da Dry-Treat: seguendo le indicazioni di seguito riportate, il vostro top cucina rimarrà perfetto per molti anni. Innanzi tutto, le macchie dovrebbero essere pulite al più presto: i prodotti di Dry Treat da noi scelti, sono sigillanti impregnanti e funzionano respingendo liquidi anziché chiudere i pori della pietra. Abbiamo scelto questi prodotti perchè è così che l’aria può ancora muoversi attraverso i pori permettendo al materiale di ‘respirare’ naturalmente. E’ la migliore tecnologia disponibile per la protezione contro le macchie che, allo stesso tempo, preservi l’aspetto e l’integrità naturale della vostra superficie. Poiché i pori della pietra rimangono aperti, la superficie non è immune dalla formazione di macchie, ma il trattamento vi darà tutto il tempo per ripulire prima che le stesse possano formarsi: è comunque consigliato l’utilizzo di sottobicchieri e/o sottopentole. ATTENZIONE: il trattamento antimacchia non preserva il marmo dalla corrosione acida, pertanto, in presenza di piano in marmo, non si devono lasciare a contatto sostanze acide quali limone, aceto, vino ecc. Il piano in granito ha invece una buona resistenza agli acidi e può essere quindi usato con minore accortezza. E’ importante pulire le fuoriuscite di sostanze acide (tra cui il succo di agrumi, aceto, cola e vino) immediatamente, prima che l’attacco acido si verifichi. Il trattamento effettuato respinge l’acqua e l’olio, ma NON respinge i liquidi a base di solventi. E’ sconsigliato lasciare vassoi bagnati, taglieri, ciotole, vasi, e simili sulla superficie perché l’acqua sotto un vassoio di plastica bagnato evaporerà molto lentamente, e se lasciato per giorni o settimane potrebbe macchiare la superficie. Bisogna evitare di pulire i piani con prodotti abrasivi e aggressivi, pagliette metalliche e detersivi acidi. Sostanze fortemente colorate come caffè, carne cruda, o alcune verdure non vanno lasciate per lungo tempo a contatto con il piano perché potrebbero produrre delle macchie. Per una pulizia ordinaria si consiglia di utilizzare HANAFINN REJUVENATA ™ SPRAY Hanafinn Rejuvenata ™ spray è un detergente a pH neutro appositamente progettato per top in pietra naturale, è “food safe”, fornisce un delicato profumo di agrumi naturale, e contiene una piccola quantità di trattamento che aumenta la protezione. Se non si dispone del prodotto, usare acqua calda e una piccola quantità di detergente neutro, detergenti acidi dovrebbero mai essere utilizzati In ogni caso se, nonostante abbiate seguito tutte le raccomandazioni sopra esposte ed il vostro top si fosse macchiato, contattateci: esistono in commercio vari prodotti specifici dedicati alla rimozione delle macchie formate dai più tipici prodotti in uso in cucina, alcuni disponibili direttamente da noi (tutta la gamma di Dry-Treat), altri in normale commercio. Vi forniremo tutta l’assistenza necessaria a ripristinare il vostro top cucina Nota importante: Godetevi il vostro nuovo top cucina e non diventati schiavi dello stesso: è lui al vostro servizio, non il contrario